Cari ragazzi e gentili Famiglie,
per correttezza e per spiegare al meglio l’attuale situazione invio questo messaggio dopo alcune richieste di chiarimento ricevute. Dopo il nuovo decreto nazionale, i primi giorni dell’anno sono stati decisamente burrascosi e gli Enti sportivi a cui facciamo riferimento, ovviamente, hanno dovuto rivedere velocemente i protocolli adattandoli alla propria realtà societaria. Il silenzio iniziale del CSI (a cui Atletica Arzignano è
affiliata) e il protocollo aggiornato della Federazione di Atletica (Fidal) e poi smentito dalla stessa, ha provocato molti dubbi e confusione.
La Fidal, nel protocollo del 30 dicembre, dava il via al green pass rafforzato per l’ingresso a tutti gli atleti ai vari allenamenti all’aperto e al chiuso, per poi, successivamente, fare un passo indietro il giorno 9 con una rivisitazione delle procedure in vigore dal 10/01. Da un confronto con quello precedente, rimaneva quasi invariato. Il 3 gennaio, il CSI emanava il proprio protocollo che è attualmente in vigore dal 10 gennaio e a cui
Atletica Arzignano deve comunque fare riferimento. Nel messaggio in chat abbiamo specificato che oltre alla Fidal facevamo riferimento a quanto indicato da altre Autorità/Enti. Domenica 9 dopo numerose chat e confronti vari nel nostro direttivo abbiamo deciso il da farsi come
poi comunicato. Premetto che il mio desiderio iniziale era quello di fermare tutto per qualche settimana ma i miei colleghi mi hanno fatto desistere. Dopo aver sentito sia il comitato Fidal che CSI, abbiamo ritenuto opportuno seguire la via del CSI essendovi come detto per Atletica Arzignano l’ente di propria affiliazione. I nostri atleti per l’attività agonistica Fidal fanno poi parte di Atletica Ovest Vicentino e Atletica Vicentina in base alle età. Dalle risposte ricevute dal CSI (vedi sotto) in cui si affermava l’accesso agli allenamenti con green pass rafforzato, la nostra scelta è stata quella di accettare anche il green pass base. Abbiamo deciso, poi, di sospendere il gruppo esordienti fino al 24 gennaio essendo la tipologia più difficile da controllare anche per l’impossibilità di reperire in tempi stretti tecnici aggiuntivi per ridurre i gruppi. La decisione credetemi non è stata semplice, è una situazione in continuo mutamento e soprattutto una condizione in cui è difficile orientarsi per tutti.
Ci siamo sentiti in dovere di cautelare la salute di tutti gli atleti, tecnici ma anche, indirettamente, delle famiglie, sacrificando nostro malgrado la nostra squadra. Il problema che stiamo affrontando va oltre allo sport. Non abbiamo fatto nulla a cuor leggero pur consapevoli di poter creare qualche disagio. E’ stata una decisione che andava presa dopo aver esaminato tutte le ipotesi e soprattutto analizzato i vari dubbi di protocollo. Da Presidente e responsabile di questa società sono certo di aver adottato le misure più appropriate alla ns realtà. Di seguito allego alcune risposte che abbiamo ricevuto dall’ente CSI Nazionale per fare ulteriore chiarezza. Sono fiducioso che la situazione migliori a breve e, ovviamente, se il protocollo dovesse cambiare non esiteremo ad aggiornarvi.
Vi ringrazio per la comprensione. Uno sportivo saluto.
Christian Belloni Presidente AA

CENTRO SPORTIVO ITALIANO – CSI – FAQ ADEGUAMENTI GENNAIO 2022
DOMANDE E RISPOSTE – PROTOCCOLO COVID:

“Buongiorno, ho appena preso visione del nuovo protocollo aggiornato al 3 gennaio. A mio avviso ci sono molti dubbi interpretativi su quanto scritto chiedo perciò dei chiarimenti.
Sport individuali
1 – Attività al chiuso:
Allenamenti -super green pass per tutti over 12? Anche tecnici e dirigenti? Gare – super green pass per tutti over 12? Anche tecnici e dirigenti?
A partire dal 10/1/22 tutta l’attività sportiva (allenamenti e gare) al chiuso può essere praticata soltanto dagli atleti/tesserati muniti di Green pass rafforzato, anche per gli atleti/tesserati over 12 . Anche i tecnici ed i dirigenti dovranno essere muniti di Green pass rafforzato a far data dal 10/1/22. Per quanto riguarda queste ultime figure ci sono ulteriori chiarimenti. Infatti, il recentissimo Decreto Legge n.1 del 7/1/22 all’art.4 quater , ha introdotto l’obbligo vaccinale per i lavoratori pubblici e privati (a qualsiasi titolo svolgano le proprie attività lavorative) che abbiano compiuto 50 anni, a far data dal 15/2/2022. Per l’intanto, sino a quella data, i citati lavoratori potranno espletare le loro mansioni con il Green pass base. Il lasso di tempo intercorrente tra la data di entrata in vigore del Decreto, 8 gennaio 22 ed il 15 febbraio 2022, è necessario a consentire ai lavoratori di attivarsi per ricevere la vaccinazione anti Covid19 prima del termine perentorio.


2 – Attività all’aperto (pista atletica, spazi esterni alle palestre e scuole): allenamenti – serve green pass e se si quale e per chi?
Stessa risposta anche per questo quesito: a partire dal 10/1/22 tutta l’attività sportiva (allenamenti) all’aperto può essere praticata soltanto dagli atleti/tesserati muniti di Green pass rafforzato, anche per gli atleti/tesserati over 12 .


3 – Gare – serve green pass e se si quale e per chi?
Stessa risposta anche per questo quesito: a partire dal 10/1/22 tutta l’attività sportiva all’aperto e al chiuso può essere praticata soltanto dagli atleti/tesserati muniti di Green pass rafforzato, anche per gli atleti/tesserati over 12 .
Giova ricordare che il Protocollo CSI “Back to sport” é stato adeguato alle ultime normative in tema di misure anti contagio da Covid 19 ed in particolare seguendo le puntuali indicazioni di cui alla ‘ Tabella attivitá consentite senza/con green pass “base”/“rafforzato” ‘ redatte dal Governo .